Immagine generica di copertina
Servizi

TRIGLICERIDI

TRIGLICERIDI sono i grassi preponderanti sia nell'alimentazione che nel sangue. Il valore di trigliceridi nel sangue, può essere rilevato in pochi minuti, con un semplice prelievo di sangue capillare da un polpastrello; il costo dell'esame è di 5 euro.

Importante è eseguire il prelievo a DIGIUNO; i valori infatti sono influenzati dalla dieta, oltre che dal sesso. Prima del prelievo si consiglia di evitare il consumo di alcolici per 24 ore e di cibo per 12 ore (si dovrebbe assumere solo acqua).

Le principali PATOLOGIE che ne determinano un aumento dei valori di trigliceridi sono: alcolismo cronico con fegato grasso diabete mellitoepatite viraleinfarto miocardico iperlipemia familiare iper o ipo-tiroidismo , ostruzione biliareuremia. Quelle che invece ne determinano una diminuzione sono l'insufficienza epatica, l'iperparatiroidismo, l'ipertiroidismo.

Una dieta troppo ricca in carboidrati e lipidi associato ad una scarsa attività fisica e ai fattori predisponenti come quelli citati, possono comportare livelli elevati di trigliceridemia.

Quando i valori di trigliceridi nel sangue superano il range di normalità vengono considerati un fattore di rischio per incidenti di tipo cardiovascolare (angina, aterosclerosi,infarto, ictus...).

I valori sanguigni di trigliceridi dovrebbero essere mantenuti sotto i 200 mg/dl: valori di trigliceridi fra 151 e 199mg/dl sono considerati leggermente alti e il rischio in questo caso è lieve; valori compresi fra 200 e 500mg/dl son considerati alti e conseguentemente vi è un discreto aumento del rischio; oltre i 500mg/dl il rischio di incidente cardiovascolare è elevato.